Il caleidoscopico Veneto turistico tutto in una pagina - Veneto360

Il nostro Blog

Notizie e comunicazioni sul Turismo

Veneto Turistico Collage

Il caleidoscopico Veneto turistico tutto in una pagina!

Se condividi ci aiuti a crescere!

Guida turistica completa per chi vuole avere una esperienza fantastica a 360° nel Veneto

Un popolo di ubriaconi e alcolizzati. Poveretti, non è colpa loro se nascono in Veneto. [... ] I veneti sono un popolo di ubriaconi. Alcolizzati atavici, i nonni, i padri, le madri. Poveretti i veneti non è colpa loro se uno nasce in quel posto, è un destino. Basta sentire l'accento veneto: è da ubriachi, da alcolizzati, da ombretta, da vino.

Abbiamo voluto aprire questo articolo con questa citazione piuttosto "forte" del famoso fotografo Oliviero Toscani: da Veneti, quali siamo, riteniamo che questa delirante presentazione che Toscani fa del Veneto e dei suoi abitanti sia il frutto di qualche accecante visione, probabilmente a forza di guardare nel mirino della sua fotocamera ha perso di vista la realtà, del resto lui stesso ha detto che "I libri servono per sedercisi sopra. Saranno venti anni che non ne leggo uno... la mia ignoranza è la mia cultura". Con questa eclatante auto dichiarazione ci risparmia la fatica di ogni inutile polemica, procurandoci solo compassione. Non possiamo certo eleggere Oliviero Toscani testimonial per una campagna pubblicitaria del Veneto, ma gli rivolgiamo comunque l'invito di venire a visitare il nostro territorio, conoscere le nostre genti, apprezzare la nostra cucina, e saremo ben felici di offrirgli anche una "ombretta" di vino, di quello buono, per fargli capire che sappiamo anche lavorare e produrre come pochi sanno fare in Italia. Noi veneti ci sentiamo fortunati di essere nati in Veneto, e sono fortunati tutti coloro che hanno la possibilità di visitarlo, e proprio a loro ci rivolgiamo!

01 La storia del Veneto

Sembrerà incredibile, ma il Veneto ha origini molto antiche, mentre in Egitto ancora si costruivano piramidi, stiamo parlando di 4000 anni fa, il territorio Veneto era già popolato dagli "Euganei", una popolazione dell’Italia preistorica di incerta origine, poi, un migliaio di anni dopo arrivò la vera stirpe dei Veneti: avete mai sentito parlare di Paflagonia? Probabilmente no, ma era una regione del nord della Turchia, e molti antichi scrittori greci e latini tra cui Omero, Virgilio, Tito Livio, Plinio il Vecchio, confermano che il popolo della Paflagonia chiamato "Heneti" dal greco "Evetoy" a causa di forti variazioni climatiche che causarono l’inaridimento dei loro territori d’origine furono costretti ad una emigrazione di massa e grazie alle loro incredibili doti, erano infatti forti, progrediti, organizzati, conoscevano bene la lavorazione del ferro, della terra, dell'idraulica, oltre ad una straordinaria abilità di navigazione, si insediarono nell'attuale Veneto, dandogli tale nome. Una curiosità degna di nota è che la traduzione della parola greca "Evetoy" è "lodevoli, degni di lode" e di questo non possiamo che esserne lusingati! Ora non vogliamo e non possiamo sintetizzare in un paragrafo la storia del Veneto fino ai giorni nostri, cosa che richiederebbe almeno una decina di volumi, ma questa breve introduzione era doverosa e la consideriamo la nostra risposta a chi ci ha definito un popolo di ubriaconi. Se anziché sedersi sul libri li leggesse si renderebbe conto di aver detto una benemerita cazzata! Per chi desidera approfondire l'argomento origini e storia del Veneto possiamo suggerire di scaricare il documento in formato PDF intitolato La vera storia dei Veneti.

Torna all'indice

02 Perché scegliere il Veneto

Con una storia come quella del Veneto, un territorio abitato da tempi così remoti, con una origine così antica, dove sono confluiti popoli diversi, culture, tradizioni, possiede intrinsecamente un patrimonio inestimabile di motivi per essere visitato. Basta dire che Padova è sorta ben cinque secoli prima di Roma per comprendere la grandezza storica del Veneto, e se a questo aggiungiamo la mutevolezza del suo territorio, che spazia dal mare alle montagne, con un susseguirsi di spiagge, pianure, colline, laghi, borghi e magnifiche città, tra cui Venezia la più bella del mondo, è facile dedurre che la ricchezza turistica del Veneto è ineguagliabile! Una conferma a quanto stiamo dicendo viene da RaiNews che colloca il Veneto al primo posto nella classifica 2018 delle regioni più visitate d'Italia con oltre 61,5 milioni di notti in hotel, la sesta a livello europeo! Un motivo per essersi guadagnati la prima posizione ci deve pur essere, ed il trend di visite in continua ascesa è un altro indice di consapevolezza di qualità per chi sceglie il Veneto come meta delle proprie vacanze, un dato che ci rendere orgogliosi della nostra regione ma soprattutto delle strutture turistiche che hanno saputo far fronte e soddisfare questo numero incredibile di visitatori, sempre più esigente ed accorto. Tutti gli operatori del settore sono consapevoli delle potenzialità turistiche del proprio territorio, inteso come storico, artistico, culturale, ambientalistico, enogastronomico, e si evolvono di anno in anno per offrire la migliore esperienza turistica emozionale a chi desidera scoprire il Veneto. La cosa più incredibile ed interessante da sapere è che il Veneto ancora non ha sparato le cartucce migliori, ci sono infatti una quantità enorme di cose nuove da proporre ai turisti italiani e stranieri. Stiamo parlando di mete, percorsi, attrazioni, luoghi, borghi, escursioni, manifestazioni, idee e proposte che una fitta rete di siti internet - di cui Veneto360 fa parte - che cominciano a mettere in evidenza e proporre ai turisti più curiosi e vogliosi di novità, esperienze turistiche inedite, che saranno pane per i denti di chi è affamato di cose meravigliose da scoprire!

Torna all'indice

03 Le città del Veneto

Turisticamente parlando, le città del Veneto sono tutte meritevoli di essere visitate, sia dal punto di vista storico, artistico e culturale, sia dal punto di vista paesaggistico, enogastronomico e ambientalistico. Sono così tante le cose da vedere nelle città del Veneto che diventa quasi scoraggiante doverne sceglierne solo alcune a scapito di altre, ma purtroppo ci rendiamo conto che il tempo è tiranno, specie quando si è in vacanza. Se vi può consolare, noi stessi, che nel Veneto ci abitiamo, ci lavoriamo, ci viviamo, ancora non siamo riusciti a visitare tutto, e restiamo continuamente stupefatti da luoghi meravigliosi che scopriamo o ci vengono segnalati. Quindi non fatevi prendere dall'ansia di voler visitare tutto, è palesemente impossibile, ma con la nostra guida potrete disporre almeno una check list dei luoghi imperdibili, quelli più importanti, i cosiddetti "you must see" di ogni città! Ecco quindi che sulla base della nostra esperienza e dal risultato di sondaggi con il nostri follower nei canali Social abbiamo creato una lista delle venti cose assolutamente da vedere per ogni città del Veneto!

    Venezia Ecco le 20 cose che assolutamente devi vedere se visiti Venezia!

    Palazzo Ducale
    Basilica di San Marco
    Ponte di Rialto
    Canal Grande
    Ghetto Ebraico
    Ponte dei Sospiri
    Isola di Burano
    Isola di Murano
    Campanile di San Marco
    Piazza San Marco
    Lido di Venezia
    Gallerie dell'Accademia
    Isola di Torcello
    Basilica di Santa Maria della Salute
    Collezione Peggy Guggenheim
    Teatro La Fenice
    Ca' d'Oro
    San Giorgio Maggiore
    Scala Contarini del Bovolo
    Museo Correr

    Padova Ecco le 20 cose che assolutamente devi vedere se visiti Padova!

    Cappella degli Scrovegni
    Basilica di Sant'Antonio di Padova
    Prato della Valle
    Palazzo della Ragione
    Orto Botanico
    Chiesa degli Eremitani
    Abbazia di Santa Giustina
    Piazza delle Erbe
    Monumento equestre al Gattamelata
    Palazzo Bo Università di Padova
    Musei civici agli Eremitani
    Piazza dei Signori
    Duomo di Padova
    Piazza della Frutta
    Museo La Specola, il museo dell'Osservatorio Astronomico di Padova
    MUSME - Museo di Storia della Medicina in Padova
    Esapolis
    Palazzo Zuckermann
    Palazzo Zabarella
    Parco Padovaland

    Treviso Ecco le 20 cose che assolutamente devi vedere se visiti Treviso!

    Piazza dei Signori
    Fontana delle Tette
    Duomo di Treviso
    Musei Civici di Treviso - Sede di Santa Caterina
    Il Parco degli Alberi Parlanti
    Palazzo dei Trecento
    Mura di Treviso
    Chiesa di San Nicolò
    Porta San Tomaso
    Chiesa di San Francesco
    Loggia dei Cavalieri
    Canale dei Buranelli
    Ponte Dante Alighieri
    Museo Nazionale Collezione Salce
    Piazza San Vito
    Chiesa di Santa Lucia
    Chiesa di Santa Maria Maggiore
    Fondazione Benetton Studi Ricerche
    Porta Santi Quaranta
    Museo di Santa Caterina Treviso

    Vicenza Ecco le 20 cose che assolutamente devi vedere se visiti Vicenza!

    Teatro Olimpico
    Villa la Rotonda
    Basilica Palladiana
    Palazzo Chiericati
    Santuario della Madonna di Monte Berico
    Villa Valmarana ai Nani
    Palladio Museum
    Chiesa di Santa Corona
    Piazza dei Signori
    Gallerie di palazzo Leoni Montanari
    Palazzo del Capitaniato
    Parco Querini
    Corso Palladio
    Cattedrale di Santa Maria Annunciata
    Palazzo Thiene
    Palazzo Porto
    Torre Bissara
    Villa Trissino
    Basilica dei Santi Felice e Fortunato
    Museo del Gioiello

    Verona Ecco le 20 cose che assolutamente devi vedere se visiti Verona!

    Casa di Giulietta
    Arena di Verona
    Piazza delle Erbe
    Museo di Castelvecchio
    Torre dei Lamberti
    Basilica di San Zeno Maggiore
    Piazza dei Signori
    Ponte di Castelvecchio
    Piazza Bra
    Arche Scaligere
    Museo Archeologico Teatro Romano
    Cattedrale di Santa Maria Matricolare
    Ponte Pietra
    Palazzo e Giardino Giusti
    Castel San Pietro
    Basilica di Santa Anastasia
    Porta Borsari
    Arco dei Gavi
    Casa di Romeo
    Museo degli affreschi G.B. Cavalcaselle alla Tomba di Giulietta

    Rovigo Ecco le 20 cose che assolutamente devi vedere se visiti Rovigo!

    Tempio della Beata Vergine del Soccorso detta La Rotonda
    Museo dei Grandi Fiumi
    Palazzo Roverella
    Parco Naturale Regionale del Delta del Po
    Piazza Vittorio Emanuele II
    Palazzo Roncale
    Torri del Castello medioevale
    Monumento a Garibaldi
    Chiesa di San Francesco
    Duomo di Santo Stefano
    Porta San Bortolo
    Palazzo delle Poste
    Chiesa di San Bartolomeo
    Teatro Sociale di Rovigo
    Piazza Garibaldi
    Palazzo del Municipio
    Colonna con il leone di San Marco
    Palazzo della Camera di Commercio
    Pescheria Nuova
    Planetario Civico Claudio Tolomeo

    Belluno Ecco le 40 cose che assolutamente devi vedere se visiti la provincia di Belluno!

    Lago di Misurina
    Monte Civetta
    Cinque Torri
    Passo di Falzarego
    Passo di Giau
    Passo San Pellegrino
    Pelmo
    Gruppo del Cristallo
    Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi
    Passo Fedaia
    Passo di Campolongo
    Passo di Valparola
    Lago di Sorapis
    Monte Faloria
    Antelao
    Croda da Lago
    Grotte del Caglieron
    Passo Tre Croci
    Cadini di Misurina
    Lago di Auronzo
    Tre Cime di Lavaredo
    Trevalli
    Serrai di Sottoguda
    Col di Lana
    Lago di Santa Croce
    Lago di Alleghe
    Passo Staulanza
    Passo Duran
    Lago d'Antorno
    Lago Federa
    Brent de l'Art
    Castello di Zumelle
    Marmarole
    Funivia Cablecar Tofana - Freccia nel cielo
    Croda Rossa d'Ampezzo
    Lago del Mis
    Nevelandia
    Croda dei Toni
    Foresta del Cansiglio
    Cascate di Fanes

    Come noterete, al contrario delle altre città, per Belluno abbiamo volutamente indicato attrazioni turistiche e punti di interesse straordinari sparsi nella sua provincia. Ciò non toglie che il centro storico di Belluno è una splendida cittadina e che sicuramente merita essere visitata, ma Belluno, dal nostro punto di vista, deve essere inteso come un insieme di bellezze naturali, di incomparabile meraviglia, e qui sopra ne abbiamo citate solo alcune. Per apprezzare Belluno è necessario avere una visione a 360° del suo territorio, sarebbe altrimenti limitativo elencare piazze chiese e monumenti quando tutto intorno esplodono in tutta la loro bellezza panorami mozzafiato che cambiano ad ogni curva della strada e mutano la loro bellezza in base alle ore del giorno! Belluno è magica! Per gli amanti della natura la provincia di Belluno e senza dubbio una meta che appaga e supera anche le aspettative più esigenti dei visitatori!

Torna all'indice

04 I paesi del Veneto

Mettetevi nei nostri panni, dobbiamo decidere cosa scrivere in questo paragrafo di poche righe dedicato ai paesi del Veneto, ed immaginate che solo i comuni sono 576 senza contare le loro frazioni ed i borghi, uno più bello dell'altro! Ci viene davvero il panico a citarne alcuni ed escluderne altri. E' un compito arduo, forse basterebbe fermarsi qui, dicendo che è come puntare a caso il dito sul mappamondo e sceglierne uno a caso, con la certezza che sarà una meta straordinaria! Ma se vogliamo che questa sia una guida, non possiamo limitarci a dire questo, ecco quindi un po' di informazioni in più per guadagnarci la vostra stima! Per ovvie ragioni abbiamo deciso di indicare le località più importanti - turisticamente parlando - e suddividerle in balneari, di pianura, lacustri, termali, collinari, montani. Precisiamo che le località indicate nei seguenti elenchi non sono in ordine di importanza!

    MARE 10 località venete balneari che assolutamente devi visitare se ami il mare!

    Lido di Jesolo
    Lido di Venezia
    Bibione
    Caorle
    Rosolina Mare
    Sottomarina
    Isola Albarella
    Cavallino Treporti
    Eraclea Mare
    Isola di Pellestrina

    PIANURA 10 località venete che assolutamente devi visitare se ami la pianura padana!

    Portobuffolé
    Oderzo
    Casterfranco Veneto
    Cittadella
    Noale
    Abano Terme
    Portoguaro
    Thiene
    Montagnana
    Chioggia

    LAGO 10 località venete lacustri che assolutamente devi visitare se ami il lago!

    Malcesine
    Peschiera del Garda
    Bardolino
    Lazise
    Brenzone sul Garda
    Garda
    Revine
    Alleghe
    Calalzo
    Auronzo di Cadore

    TERME 10 località venete termali che assolutamente devi visitare se ami le terme!

    Abano Terme
    Montegrotto Terme
    Recoaro Terme
    Caldiero
    Bibione
    Lazise
    Salzano
    Galzignano Terme
    Battaglia Terme
    Terme Euganee

    COLLINA 10 località venete collinari che assolutamente devi visitare se ami la collina!

    Bassano del Grappa
    Asolo
    Arquà Petrarca
    Conegliano Veneto
    Soave
    Marostica
    Cison di Valmarino
    Borghetto sul Mincio
    Este
    Valeggio sul Mincio

    MONTAGNA 10 località venete montane che assolutamente devi visitare se ami la montagna!

    Cortina d'Ampezzo
    Asiago
    Auronzo di Cadore
    Alleghe
    Canale d'Agordo
    Lorenzago di Cadore
    Domegge di Cadore
    Calalzo di Cadore
    Santo Stefano di Cadore
    Cencenighe Agordino

Lo confessiamo, scrivendo questi elenchi, che dovevano essere sintetici per forza di cose, ci è venuto una specie di magone mentre sceglievamo quali località citare e quali no, al punto da sentirci obbligati a chiedere virtualmente "scusa" al gran numero di comuni, frazioni e borghi che sono rimasti fuori dalle liste, ma non per questo devono intendersi turisticamente meno attraenti ed interessanti, anzi, sono proprio quelli non citati, i più nascosti, i meno conosciuti, che da sempre ispirano Veneto360 nel dedicare loro la meritata visibilità, con articoli e video che ne esalti la loro bellezza, perché noi siamo fortemente convinti che "il vino buono sta nella botte piccola"!

Torna all'indice

05 Le montagne del Veneto

Come abbiamo già detto, non c'é un'altra regione d'Italia così caleidoscopica come lo è il Veneto, morfologicamente parlando non ci manca nulla: il mare, la laguna, i laghi, la pianura, la collina e la montagna. Una vera ricchezza turistica, una concentrazione di ambienti diversi e variegati in un territorio non vastissimo come superficie, siamo infatti solo l'ottava regione italiana come superficie. In pochi chilometri si passa dal livello del mare di Venezia agli oltre 3343 metri della cima più alta della Marmolada. Ecco perché proprio in questi giorni al BIT di Milano è stato presentato il marchio "The Mountains of Venice". Per usare un termine alla moda si può dire che il Veneto è una destinazione turistica all-in-one che comprende proprio tutto e soddisfa le esigenze di tutti! La zona montuosa del Veneto occupa circa il 30% della sua superficie e comprende ben 117 comuni con una infinità di frazioni e borghi di inestimabile bellezza ed unicità. Per gli amanti delle vacanze invernali ed estive in quota il Veneto offre davvero mete fantastiche e panorami mozzafiato, senza contare gli sport che si possono praticare all'aria aperta in tutte le stagioni dell'anno, e una fitta rete di sentieri ed itinerari di ogni difficoltà che si intrecciano ed uniscono questo territorio unico e suggestivo. Dire che nel Veneto ci sono le montagne più belle del mondo sarebbe peccare di presunzione, ma... se le vedete, dal punto giusto, all'ora giusta, con la compagnia giusta, siamo certi che pensereste anche voi che siete di fronte alle montagne più belle del mondo, ed anche voi come i bambini esclamerete "ohh" giusto per citare la canzone di Povia. Non a caso stiamo parlando delle Alpi, delle Prealpi, delle Dolomiti, patrimonio Unesco, non di cocuzzoli insignificanti, le montagne del Veneto sono vere e proprie "cartoline di emozioni" da vedere e sperimentare di persona! Eccovi qualche nome di montagna che vi stuzzicherà la voglia di partire immediatamente per verificare quello che abbiamo appena detto e vi sfidiamo a contraddirci.

    MONTI DEL VENETO 20 montagne del Veneto che ti faranno dire "ohh"!

    Marmolada - m. 3343
    Monte Civetta - m. 3220
    Tre Cime di Lavaredo - m. 2999
    Le Tofane - m. 3244
    Monte Pelmo - m. 3168
    L'Antelao m. 3264
    Monte Cristallo - m. 3221
    Le Cinque Torri - m. 2361
    Monte Popera - m. 3046
    Monte Agner - m. 2872
    Monte Brentoni - m. 2548
    Monte Cridola - m. 2694
    Monte Peralba - m. 2999
    Monte Pomagagnon - m. 2450
    Punta Sorapiss - m. 3205
    Monte Averau m. 2647
    Croda da Lago - m. 2709
    Monte Cesen - m. 1570
    Monte Grappa - m. 1775
    Monte Baldo - m. 2218

Torna all'indice

06 Le spiagge del Veneto

Non sono come quelle caraibiche, non ci sono le palme, né la sabbia corallina, ma le spiagge del Veneto sono apprezzatissime, attrezzatissime, e frequentatissime! Chi ama la vita da spiaggia, i bagni di sole, la tintarella, il divertimento, lo shopping, e la movida notturna, trova pane per i suoi denti. Basta dire che la spiaggia di Jesolo si estende per ben 15 km ed ha l’isola pedonale più lunga d’Europa, oppure sapere che Bibione è la prima spiaggia in Italia ad essersi organizzata con un Customer Service che offre a tutti i suoi ospiti la possibilità di ricevere assistenza qualificata senza dover lasciare il proprio ombrellone, oppure ancora conoscere che nella spiaggia di Caorle gli ombrelloni e i lettini sono accessibili anche per chi si sposta in carrozzina, grazie agli scivoli all'ingresso degli arenili e a pedane che creano veri e propri percorsi sulla sabbia e come se non bastasse è possibile noleggiare carrozzine studiate appositamente per muoversi sulla sabbia e lettini idonei, basta aver detto questo per rendersi subito conto che scegliere una spiaggia veneta per le proprie vacanze estive è garanzia di massima soddisfazione, per adulti, adolescenti, bambini, disabili e anche per gli amici a quattrozampe. Il flusso di turisti che ogni anno sceglie le spiagge venete è in costante aumento, e di pari passo aumentano anche i servizi messi a loro disposizione, servizi che vengono migliorati, adeguati, ampliati, col fine di offrire sempre tutto ciò che è necessario, dal soggiorno, al confort, dalle animazioni, agli sport. La noia proprio non esiste nelle spiagge venete! Non mancano poi spiagge meno affollate, più naturali e selvagge, con dune sabbiose e pinete rigogliose, alcune davvero straordinarie per la loro unicità. Non vi resta che scoprire quella perfetta per voi!

    Spiagge del Veneto Ecco alcune delle spiagge venete tra cui scegliere quella perfetta per voi!

    Spaggia di Lido di Jesolo
    Spiaggia di Bibione
    Spiaggia di Caorle
    Spiaggia di Sottomarina
    Spiaggia di Rosolina
    Spiaggia di Isola di Albarella
    Spiaggia di Eraclea Mare
    Spiaggia Ca' Roman
    Spiaggia di Isolaverde
    Spiaggia di Punta Sabbioni
    Spiaggia Lido Altanea
    Spiaggia della Brussa
    Spiaggia Duna Verde
    Spiaggia di Porto Santa Margherita
    Spiaggia di Porto Caleri
    Spiaggia di Pellestrina
    Spiaggia del Cavallino Treporti
    Spiaggia degli Alberoni
    Spiaggia di San Nicolò
    Spiaggia Scanno Cavallari

Quelle indicate sopra sono tutte mete balneari che si affacciano nella Laguna Veneta e nel Mare Adriatico, ma non vanno dimenticate le località balneari offerte dai laghi del Veneto, in primis il Lago di Garda, con una capacità ricettiva ed organizzativa seconda a nessuna, ed una bellezza paesaggistica di alto livello. Il Veneto presenta una grande quantità e varietà di laghi: alpini, glaciali, grandi, piccoli, balneabili e non, e sono un vero patrimonio naturalistico e turistico del territorio.

Torna all'indice

07 Le colline del Veneto

Le colline del Veneto hanno un fascino tutto particolare, sono un territorio ondeggiante, armonioso, dolce, rilassante, un compromesso tra le pianure sconfinate ed i monti imponenti che quasi incutono timore con la loro maestosità. Le colline riescono a mettere d’accordo chi ama il mare e chi ama la montagna, le colline sono la terra di mezzo, un ambiente neutro dotato di peculiarità uniche e benefiche, come lo potrebbe essere un farmaco ansiolitico. Le colline del Veneto inducono serenità, pace, relax, ed accentuano e stimolano la percezione della bellezza circostante. Nel Veneto le colline non mancano, e sono proprie belle, con origini diverse, potevamo non dedicare loro un paragrafo? Questo fantastico territorio collinare è ancora sconosciuto al turismo dei grandi numeri, ma capace di stupire anche il viaggiatore più scettico. Una terra che affascina gli appassionati d’arte e di architettura, grazie ai suoi borghi storici, pievi ed abbazie, castelli, ville venete e città murate, quanto gli amanti della natura, gli escursionisti e gli sportivi, i buongustai e gli enoturisti. Queste colline ricamate di vigneti e di borghi antichi, non finiscono di meravigliarci quando percorriamo le piccole strade che le attraversano.

    I Colli di Conegliano e Valdobbiadene

    Le Colline di Conegliano e Valdobbiadene, candidate ad essere patrimonio dell'Unesco, dove si produce Prosecco, Cartizze, Torchiato di Fregona, Refrontolo Passito, Verdiso; la qualità dei vini di questi colli è ormai di fama mondiale. E’ una terra piena di sorprese, dove una cultura enoica secolare ha disegnato il paesaggio, e dove tutto profuma di storia, d’arte e di vino. Terra di contrasti e di armonie, di colline dai dolci pendii intervallate a “rive” scoscese, di ampi belvedere e valli nascoste, di vigneti arrampicati fino al limitare del bosco, di casolari rurali e manieri medievali. In queste colline si trova anche "La Strada del Prosecco e Vini dei Colli Conegliano Valdobbiadene", con una lunghezza totale di 90 km, la prima arteria enologica italiana. Un percorso in grado di valorizzare l’intero territorio, i suoi diversi paesaggi e le tante attrattive, anche storico-artistiche che sono disseminate lungo le colline tra Valdobbiadene e Conegliano.

    I Colli del Montello

    Il Montello detto anche "Il bosco dei Dogi" è stato protagonista durante la Prima Guerra Mondiale essendo uno dei teatri più cruenti degli scontri con bombardamenti e costruzione di appostamenti militari. Ora il Montello è una zona particolarmente indicata anche per chi ama gli sport: equitazione, corsa, trekking ma soprattutto ciclismo e mountain bike grazie alla sua morfologia collinare e alla buona viabilità presente. A rendere ancor più appetibile turisticamente il Montello vi è una fitta rete di ristoranti, agriturismi e altre strutture ricettive, alcuni dei quali dal sapore ancora contadino, con una cucina tradizionale votata ai prodotti del posto: funghi, carne ed erbe spontanee stagionali.

    I Colli Euganei

    I Colli Euganei si stagliano inaspettati nel cuore della pianura veneta con i loro inconfondibili volumi conici. La geometria quasi perfetta è il formidabile risultato di fenomeni vulcanici risalenti a oltre 40 milioni di anni fa. Al fascino paesaggistico si accompagna l'unicità degli ambienti naturali e una sorprendente ricchezza del patrimonio culturale. Incantevoli angoli di natura incontaminata e pittoreschi borghi storici si susseguono lungo i molteplici itinerari che si possono percorrere all'interno del Parco. A rendere ancora più appagante e stimolante il soggiorno sui Colli Euganei sono le eccellenze enogastronomiche locali, dal pregiatissimo vino alle esclusive specialità culinarie che si possono gustare nei numerosi ristoranti, trattorie, agriturismi e cantine.

    I Colli Berici

    I Colli Berici e la Riviera Berica, area verde e polmone di Vicenza, offrono splendidi itinerari naturalistici, dal Lago di Fimon alla zona di Lumignano, dov'è possibile ammirare lo splendido scenario e gli scorci creati dall'erosione carsica e stare a contatto con una natura ancora incontaminata. I Colli Berici, tuttavia, offrono anche interessanti percorsi eno-gastronomici, alla scoperta dei prodotti tipici locali e un tour nel patrimonio storico-artistico delle Ville Palladiane, dei monumenti storici e delle tracce antiche e reperti archeologici, risalenti al periodo preistorico.

    I Colli Asolani

    I colli asolani si sono originati tra i 65 e i 5 milioni di anni fa come depositi marini emersi in seguito a movimenti tettonici. Ora sono meta turistica privilegiata non solo per la loro straordinaria ricchezza artistica e culturale ma anche per i rinomati itinerari enogastronomici. I colli di Asolo sono luoghi integri, dove convivono boschi e fonti d’acqua e dove sono sorti in tutto cinque comuni: Cornuda, Maser, Monfumo, Castelcucco ed Asolo, definita da Giosuè Carducci la "Città dei cento orizzonti", infatti Asolo è uno dei centri storici più suggestivi d’Italia ed è stato eletto uno dei borghi più belli d'Italia. Da queste colline, nelle limpide giornate estive, si riesce a vedere in lontananza il campanile di San Marco.

Torna all'indice

08 I laghi del Veneto

Trascorrere le proprie vacanze al lago è la soluzione ideale per chi cerca la tranquillità tra storia, cultura e natura, ma anche per sportivi, appassionati di escursioni, giovani, che vogliono divertirsi tra i tuffi in spiaggia e i numerosi locali (famoso è il capodanno al lago di Garda) e parchi divertimento. Un luogo perfetto anche per coloro che desiderano distrarsi dal lavoro e dalla routine in un territorio dalle mille risorse. Il Veneto offre una gran quantità di mete lacustri, ed una grande varietà di laghi di origine e tipologia diverse. Chi ha dei pregiudizi sul lago deve ricredersi, ecco cinque semplice ragioni per scegliere il lago come meta balneare rispetto al mare: l’acqua non è salata quindi quando esci dall’acqua non senti la pelle tirare, non ci sono meduse, non c’è la sabbia quindi non hai lo stress di pulirti i piedi quando sali in macchina, non ci sono onde o almeno molte meno. Ma dire questo è riduttivo, ciò che circonda il lago è invece determinante! I centri abitati posti lungo lago, il panorama, le insenature, gli orizzonti, i riflessi, le passeggiate lungo lago, sono delle vere meraviglie, che assolutamente vanno scoperte. Specchi d'acqua limpidi, piccoli borghi, suggestivi porticcioli, paesaggi emozionanti, tanto sport e piatti a base di eccellenti prodotti tipici. Bastano davvero poche parole per riassumere la bellezza e l'unicità dei laghi del Veneto. Il più conosciuto è senza dubbio il Lago di Garda, con le sue località sparse lungo la sua sponda orientale, la famosissima "Riviera degli Ulivi".

    Laghi del Veneto Ecco un piccolo elenco dei principali laghi del Veneto!

    Lago di Garda (sponda orientale)
    Lago di Misurina
    Lago di Auronzo
    Lago di Santa Croce
    Lago del Mis
    Lago di Centro Cadore
    Lago di Alleghe
    Lago di Fimon
    Lago di Sorapis
    Lago d'Antorno
    Lago del Frassino
    Laghetto della Costa
    Lago di Pradella
    Lago di Federa
    Laghi di Revine
    Lago del Senaiga
    Lago della Stua
    Lago di Vedana
    Lago di Valle di Cadore

Non citati qui sopra ma di straordinaria bellezza sono i laghetti alpini in alta quota, uno su tutti il laghetto glaciale di Limides, a 2171 metri s.l.m. che purtroppo scompare durante la stagione estiva. Molti di questi laghetti e pozze d'alpeggio si trovano fra le rupi, le creste, le cime inaccessibili e l’imponenza di certi paesaggi sublimi. Se ne vedono altri in mezzo ai fiori e alla neve, fra una gaiezza di tinte che quasi provoca sgomento a tanta altezza, e nel vedere le loro acque dalle tinte così varie, ora nere, ora bianche, ora bigie o verdi, sembra celino gelosamente molti segreti della montagna.

Torna all'indice

09 I parchi naturali del Veneto

Grazie alla loro bellezza, alle loro peculiarità, al loro interesse naturale, molti territori del Veneto sono tutelati e classificati come parchi nazionali, parchi regionali, oasi protette, riserve naturali, siti protetti, siti di importanza comunitaria (SIC) e zone di protezione speciale (ZPS). Sono ambienti naturali circoscritti più o meno estesi, ognuno con caratteristiche davvero speciali. Per gli amanti della natura incontaminata, della flora e della fauna forniamo qui sotto un elenco dei parchi più importanti del Veneto, invitando coloro che vogliono approfondire la conoscenza di queste aree a visitare il sito specializzato Parks.

    Parchi Naturali del Veneto da visitare assolutamente per gli amanti di natura, flora, fauna!

    Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi
    Parco Regionale dei Colli Euganei
    Parco Regionale Veneto del Delta del Po
    Parco Naturale Regionale delle Dolomiti d'Ampezzo
    Parco Naturale del Fiume Sile
    Parco Naturale Regionale della Lessinia
    Parco dell'Adige
    Oasi WWF Valle Averto
    Area Naturalistica di Piazzola sul Brenta
    Parco San Giuliano
    Parco delle Cascate del Molina
    Parco Palude di Onara
    Oasi Cervara
    Parco Giardino Sigurtà
    Oasi Rossi
    Oasi Lycaena
    Parco Gambrinus e Sorgenti fiume Lia
    Area Naturalistica Termale Archeologica di Lagole
    Riserva Naturale Orientata Somadida
    Oasi WWF Cave di Noale

Torna all'indice

10 I parchi divertimento del Veneto

Se avete voglia di divertimento assoluto e adrenalina pura, se volete trascorrere una giornata fantastica all’aperto immersi in ambienti quasi surreali, o che evocano leggende, paesaggi incantati o fiabeschi, o semplicemente in mezzo alla natura, se volete offrire a voi stessi ma soprattutto ai vostri figli una giornata che resterà indimenticabile, nel Veneto avrete l’imbarazzo della scelta, ci sono infatti parchi a tema per ogni gusto, da quelli per il divertimento, a quelli faunistici, a quelli acquatici, a quelli d'avventura e sono tra i più grandi e belli d’Europa, con centinaia di attrazioni a dir poco incredibili che si rinnovano di anno in anno per offrire sempre nuove e memorabili esperienze. Il Veneto ha una concentrazione di parchi divertimento davvero altissima, e tutti i parchi sono facilmente raggiungibili da qualsiasi località, in alcuni si può addirittura soggiornare. Le emozioni che riescono a suscitare i parchi divertimento sono davvero bellissime e fortissime, ad alto tasso adrenalinico, quello che ci vuole per dare un tocco in più alla vostra vacanza in Veneto. Eccone qualcuno, non tutti!

    Parchi divertimento del Veneto 20 destinazioni imperdibili per gli amanti del divertimento!

    Gardaland - Castelnuovo del Garda - Verona
    Aqualandia - Lido di Jesolo - Venezia
    Sea Life Jesolo - Jesolo Lido - Venezia
    Parco Cavour - Valeggio Sul Mincio - Verona
    Aquafollie - Caorle - Venezia
    Gardaland Sea Life - Castelnuovo del Garda - Verona
    Caneva Aquapark - Lazise sul Garda - Verona
    Movieland Park - Lazise sul Garda - Verona
    Adventure Park Sappada - Sappada - Belluno
    Piscine Persicum - Pescantina - Verona
    Agility Forest Millepini - Asiago - Vicenza
    Padovaland - Padova
    Parco degli Alberi Parlanti - Treviso
    Antiche Terme di Giunone - Caldiero - Verona
    Parco Giardino Sigurtà - Valeggio sul Mincio - Verona
    Parco Natura Viva - Bussolengo - Verona
    Acropark Laghetto Roana - Roana - Vicenza
    Nevelandia - Sappada - Belluno
    Parco Faunistico Cappeller - Cartigliano - Vicenza
    Parco Avventura Le Fiorine - Teolo - Padova

Superfluo dirlo, ma trattandosi di parchi all'aperto, stagionali, prevalentemente estivi, conviene sempre accertarsi della loro apertura prima di mettersi in marcia per raggiungerli. In questo modo eviterete brutte sorprese e giri a vuoto. Tutti i parchi citati hanno un proprio sito web sempre aggiornato in cui troverete oltre ai periodi d'apertura e gli orari anche tante altre preziose informazioni, per i parcheggi, per i servizi e le attrazioni disponibili all'interno dei parchi, il costo d'ingresso per singoli, famiglie, gruppi, informazioni per disabili, ed il regolamento.

Torna all'indice

11 I castelli del Veneto

Lo dobbiamo ammettere, i castelli del Veneto non sono i più belli del mondo, non si possono paragonare a quelli scozzesi o francesi, ma una cosa è certa, la loro storia ed il loro fascino affascina chiunque! Tra castelli, rocche, manieri, torri, muraglie, fossati, fortezze medievali il Veneto offre una grande quantità di cose meravigliose da vedere per chi è affascinato dalle costruzioni medievali e dai palazzi del potere, alcuni di essi sono stati stampati anche nei francobolli, come il castello di Montagnana, di Asolo, di Este. In buono stato, diroccati, abitati, disabitati, fatiscenti, alcuni difficile da raggiungere, qualsiasi sia il loro stato di conservazione emanano una forte attrazione e chiunque visiti uno di questi posti pregni di storia non può restare indifferente al loro fascino. Chi li ama, sente la loro “voce” e la loro “vibrazione” e si immedesima nelle persone che centinaia di anni fa hanno vissuto dentro quelle mura e quelle stanze, vuoi una duchessa, una cortigiana, un cavaliere, un maniscalco, o un semplice viandante che sostava per rifocillarsi. I castelli del Veneto, come tutti i castelli, sono magici, alcuni incutono una certa inquietudine, non tutti sarebbero disposti a passarci la notte, anche se certi castelli sono stati trasformarti in meravigliosi hotel con tutti i confort. Allora se avete voglia di lasciar spaziare la vostra fantasia visitate uno di questi castelli, girate per quelle stanze, dove cavalieri e dame hanno vissuto, ballato, bevuto, dormito, gioito, si sono innamorati, son morti per amore o per una causa che magari non era neppure la loro, e lasciate volare la vostra mente dietro storie fantastiche! In fondo siamo cresciuti con le favole delle principesse nei castelli fatati, e in ogni bimba si nasconde una piccola principessa che aspetta solo di raggiungere il suo regno. Sono davvero tante le costruzioni medievali che meritano essere visitate nel Veneto, abbiamo deciso di citarne solo 10 per provincia, ma ci rammarica non citarle tutte.

    Treviso Castelli, rocche e torri medievali in provincia di Treviso!

    Castello di San Salvatore a Susegana
    Castello di Conegliano
    Rocca Braida a Asolo
    Castello di Castelfranco Veneto
    Castello di San Martino a Vittorio Veneto
    Castelbrando a Cison di Valmarino
    Ponte e Torre Civica a Portobuffolè
    Castello di Roncade
    Torre degli Ezzelini a San Zenone
    Castelletto di Cappella Maggiore

    Padova Castelli, rocche e torri medievali in provincia di Padova!

    Castello del Catajo a Battaglia Terme
    Castello di Este
    Castello di Valbona a Lozzo Atestino
    Castello Cini di Monselice
    Castello di San Zeno a Montagnana
    Torre del Lago a Montegrotto Terme
    Castello Carrarese a Padova
    Castello di San Pelagio a Due Carrare
    Castello Emo Capodilista a Selvazzano Dentro
    Torre Rossa a Campodoro

    Vicenza Castelli, rocche e torri medievali in provincia di Vicenza!

    Castello Superiore e Inferiore di Marostica
    Castello Vescovile a Grancona
    Torrione del Castello Scaligero a Enego
    Castello degli Ezzelino a Bassano del Grappa
    Castello di Pojana Maggiore
    Castello Grimani a Montegalda
    Rocca Scaligera a Arzignano
    Castello Marinoni a Barbarano Vicentino
    Castello di Costabissara
    Castello dei Maltraverso a Montebello Vicentino

    Verona Castelli, rocche e torri medievali in provincia di Verona!

    Castello di Soave
    Castello di Malcesine
    Castello di Lazise
    Castello di Cologna Veneta
    Castello di Villafranca di Verona
    Castelvecchio a Verona
    Castello di Torri del Benaco
    Castello di Sanguinetto
    Castello di Salizzole
    Castello di Montorio Veronese

    Belluno Castelli, rocche e torri medievali in provincia di Belluno!

    Castello di Zumelle a Mel (frazione Tiago)
    Castello di Alboino a Feltre
    Castello di Lusa a Feltre (frazione Arson)
    Castello di Andraz (frazione di Livinallongo)
    Castello della Gardona a Castellavazzo
    Castello di Quero
    Palazzo della Magnifica Comunità a Pieve di Cadore
    Castello de Zanna a Cortina d'Ampezzo (frazione Majon)
    Torre dell'Orologio a Feltre
    Palazzo dei Rettori a Belluno

    Venezia Castelli, rocche e torri medievali in provincia di Venezia!

    Torre Campanaria di Annone Veneto
    Torre Campanaria di Caorle
    Castello di Brussa (frazione di Caorle)
    Castello della Luppa a Chioggia
    Torre di Sant'Andrea a Chioggia
    Torre dell'Orologio a Mestre
    Rocca dei Tempesta a Noale
    Torre dell'Orologio a Noale
    Castello di Stigliano (frazione di S.Maria di Sala)
    Castello di Santo Stino di Livenza

Torna all'indice

12 Le Ville Venete

Non siamo amanti dei numeri e delle statistiche, ma eccezionalmente questa volta siamo costretti a citare alcuni numeri, numeri importanti, numeri necessari per comprendere il valore del patrimonio che il Veneto possiede: sono ben 4.328 le Ville Venete certificate, il che significa che il Veneto è la zona più ricca al mondo di un patrimonio architettonico di questa tipologia! Siamo rimasti stupefatti anche noi nell'apprendere i dati di questo censimento delle Ville Venete, ma anche molto amareggiati quando abbiamo scoperto che solo 166 ville sono aperte al pubblico e visitabili. Qualcuno si merita una bella tirata d’orecchio se un patrimonio del genere è sfruttato solo per il 4%. Evidentemente ci sono dei motivi, primo fra tutti il fatto che la maggior parte delle Ville Venete sono di proprietà privata o ecclesiale e solo il rimanente 10% sono di proprietà pubblica. Ma non siamo qui per parlare di statistiche o fare polemiche, resta il fatto che le Ville Venete Palladiane sono Patrimonio Mondiale dell’Unesco e questo dovrebbe essere sufficiente per comprendere la loro importanza dal punto di vista turistico attrattivo. Le Ville Venete sono un elemento architettonico, culturale e paesaggistico unico al mondo. Furono realizzate dalla nobiltà e dalle ricche famiglie del Veneto ai tempi della Repubblica di Venezia. Presenti in tutto il territorio regionale, le Ville Venete sono concentrate in alcune aree: lungo la Riviera del Brenta tra Padova e Venezia, lungo il Terraglio tra Venezia e Treviso, sulle colline di Vicenza, Padova, Treviso e Verona. Esistono sul web molti portali dedicati esclusivamente alle Ville Venete dove si possono trovare informazioni approfondite su ogni singola villa ma soprattutto percorsi ed itinerari personalizzabili da fare sia individualmente, sia in gruppo, sia con mezzi propri, sia con viaggi organizzati, in bicicletta, in auto o addirittura in barca. Qui sotto ci limiteremo a citare le Ville Venete più famose.

    Ville Venete le Ville Venete più famose del Veneto!

    Villa Pisani detto "Palazzo Reale" a Stra
    Villa Almerico Capra detta "La Rotonda" a Vicenza
    Villa Foscari detta "La Malcontenta" a Mira
    Villa Contarini a Piazzola sul Brenta
    Villa Valmarana detta "Ai Nani" a Vicenza
    Villa Vigna Contarena a Este
    Villa dei Vescovi a Luvigliano di Torreglia
    Villa Emo a Fanzolo di Vedelago
    Villa Barbarigo a Valsanzibio di Galzignano Terme
    Villa Ca' Marcello a Levada di Piombino Dese
    Villa Barbaro a Maser
    Villa Angarano a Bassano del Grappa
    Villa Chiericati a Grumolo delle Abbadesse
    Villa Godi a Lonedo di Lugo
    Villa Badoer a Fratta Polesine
    Villa Cornaro a Piombino Dese
    Villa Serego a Santa Sofia di Pedemonte in San Pietro in Cariano
    Villa Tiepolo Passi a Carbonera
    Villa Trissino Marzotto a Trissino
    Villa Papadopoli Giol a San Polo di Piave

.... ed altre quattromila altre Ville Venete che meritano essere scoperte, visitate, conosciute, fotografate!

Torna all'indice

13 La Riviera del Brenta

La Riviera del Brenta è indiscutibilmente uno dei tanti patrimoni turistici del Veneto che purtroppo non è ancora valorizzato come dovrebbe. Il potenziale turistico della Riviera del Brenta potrebbe essere elevatissimo se venisse sfruttato efficacemente, sfortunatamente ciò non accade, anche se sono numerose le organizzazioni, gli enti, le associazioni, i siti web dedicati che si impegnano per mettere questo territorio in evidenza. Il Naviglio del Brenta o “Brenta Vecchia” è un ramo del fiume Brenta che parte da Stra e sfocia nella laguna Veneta, si snoda per circa 27 km e partendo da Padova attraversa i comuni di Stra, Fiesso d’Artico, Dolo, Mira, Mira Porte, Oriago, Malcontenta, per poi sfociare a Fusina di fronte a Venezia e rappresenta il collegamento fluviale fra la laguna di Venezia e Padova. In origine era il vero alveo del fiume Brenta, prima che Leonardo da Vinci ci mettesse lo zampino modificando la rete idraulica fluviale nel periodo della Repubblica di Venezia. Si tratta di una zona di elevato valore storico paesaggistico per la presenza di numerose Ville Venete residenze estive della nobiltà veneziana. All’epoca la Riviera del Brenta veniva raggiunta solo spostandosi in barca, mentre le strade attuali sono state costruite successivamente. I nobili veneti venivano trasportati sul fiume da un battello chiamato Burchiello trainato dalle rive da uomini, buoi o cavalli, idem per le merci e gli approvvigionamenti. Nel 1574 ci navigò anche il Re di Francia Enrico III e da allora ogni anno un pittoresco corteo di imbarcazioni storiche veneziane ripercorre il Naviglio rievocando l'episodio. Ancora oggi la crociera lungo la Riviera del Brenta costituisce un’attrattiva turistica. Nel 1960, l'Ente Provinciale per il Turismo di Padova decise di avviare un servizio di navigazione fluviale, per offrire ai turisti un suggestivo itinerario lungo la Riviera del Brenta, con le sue meravigliose ville, legate a personaggi illustri come il Tiepolo e il Palladio. Venne attrezzato per lo scopo un vaporetto veneziano, al quale venne dato appunto il nome di Burchiello. Ora sono più di una le compagnie di navigazione che offrono questo originale ed imperdibile percorso lungo la Riviera del Brenta a bordo di natanti adeguati per ammirare il panorama, tra ponti girevoli e chiuse che sono veri e propri ascensori ad acqua per superare i dislivelli del fiume. In alternativa alla barca è possibile visitare ed apprezzare la Riviera del Brenta girovagando in bicicletta, esiste infatti un bellissimo itinerario di oltre 130 km che tocca ben 9 comuni dell’area. Distribuiti lungo tutta la Riviera del Brenta si concentrano i più rinomati ristoranti con specialità pesce del Veneto, oltre ad una ampia scelta di osterie tipiche e pizzerie. Sorgono lungo la Riviera del Brenta anche eccellenti strutture ricettive dove poter soggiornare, dai B&B a lussuosi alberghi insediati in dimore storiche e Ville Venete. Ecco alcune delle Ville Venete che si possono ammirare e visitare percorrendo la Riviera del Brenta con il Burchiello o con mezzi propri.

    Ville della Riviera del Brenta Ecco alcune delle meravigliose Ville Venete affacciate lungo la Riviera del Brenta!

    Villa Foscarini Rossi
    Villa Pisani "Palazzo Reale"
    Villa Widmann Rezzonico Foscari
    Villa Foscari "La Malcontenta"
    Villa Barchessa Valmarana
    Villa Giovanelli Colonna
    Villa Gradenigo
    Villa Soranzo
    Villa Badoer
    Villa La Barbariga
    Villa Tron Mioni
    Villa Fini
    Villa Selvatico Granata "La Bomboniera"
    Villa Corner

Oltre alla ville, ai loro sfarzosi interni, ai saloni con gli affreschi, ai favolosi giardini con tanto di labirinti di siepi, vogliamo segnalare e suggerire una sosta in pieno centro a Dolo, per visitare lo Squero in Piazza Cantiere e gli antichi Mulini. Lo Squero è una bellissima struttura aperta, su di una pavimentazione ad assi di legno, e delle semplici colonne di mattoncini che sorreggono un tetto; qui venivano trainate delle imbarcazioni in panne o che avessero bisogno di alcuni lavori prima di iniziare a solcare i mari. I Molini di Dolo, invece, sono tutt'oggi presenti e risalgono al cinquecento; si può notare la ruota di legno in perfette condizioni. Il posto ideale per concedersi un aperitivo o consumare un pasto con una visuale davvero suggestiva ed il rilassante gorgoglio dell'acqua che scorre sotto il ponte.

Torna all'indice

14 Il lago di Garda

Che il Lago di Garda è il lago più grande d’Italia già lo sapete tutti, ma francamente - turisticamente parlando - riteniamo che non sia un dato importante se non che per questo motivo è l’unico lago in Italia dotato del servizio di Guardia Costiera. Quello che rende davvero speciale il Lago di Garda non sono le sue dimensioni ma la sua posizione, il paesaggio, le insenature, i castelli, i borghi, i porticcioli, il clima sempre mite, la vegetazione, gli ulivi, i prodotti tipici, il vino, l’ospitalità, e le mille cose che si possono fare dentro il lago, sopra il lago, lungo il lago e nei dintorni del lago. Questo lo rende una destinazione turistica in grado di soddisfare al cento per cento le esigenze dei turisti di ogni nazionalità con un indice di gradimento altissimo, un vero orgoglio, un altro prezioso e stimabile patrimonio turistico targato Veneto! La parte orientale del lago, quella Veneta per intenderci, è chiamata Riviera degli Ulivi. Già la sola parola “riviera” evoca bellezza, e di fatto questo tratto che costeggia il Lago di Garda è una concentrazione di bellezza sotto tutti i punti di vista! La Riviera degli Ulivi congiunge Peschiera del Garda, Lazise, Bardolino, Garda, Punta San Vigilio, Torri del Benaco, Brenzone sul Garda e Malcesine, il comune veneto più a nord del lago che qui si restringe fino ad assomigliare ad un fiordo circondato da montagne. Proprio da Malcesine parte una delle funivie più spettacolari del mondo che permette di raggiungere il Monte Baldo. La particolarità di questa funivia è che le cabine compiono un giro completo di 360° su se stesse permettendo ai passeggeri di avere una visione totale del panorama.

    Lago di Garda Ecco le 20 cose che assolutamente devi visitare sul Lago di Garda!

    Peschiera del Garda
    Lazise
    Bardolino
    Garda
    Punta San Vigilio
    Torri del Benaco
    Brenzone sul Garda
    Malcesine
    Gardaland e gli altri parchi a tema
    Museo dell'Olio di Oliva a Cisano
    Monte Baldo
    Santuario Madonna della Corona
    Pista ciclabile Peschiera-Bardolino

Il Lago di Garda è uno scenario ideale e un ottimo luogo per esercitarsi negli sport acquatici come il windsurf, la barca a vela e la canoa, ma anche per giri in motoscafo o per praticare la pesca e il nuoto. L'entroterra, con la molteplicità del suo paesaggio, invita a lunghi giri in bicicletta e mountain bike, all'equitazione, al tennis, all'arrampicata, al parapendio e al golf. Gli amanti della natura possono fare lunghe passeggiate sulle montagne circostanti. In inverno è addirittura possibile praticare lo sci sul Monte Baldo, a Malcesine.

Torna all'indice

15 Le Terme Euganee

Diciamo subito una cosa, le Terme Euganee sono la stazione termale più importante in Italia e tra le prime in Europa. Anche questa area contribuisce ad impreziosire sensibilmente il già vasto ventaglio turistico offerto dal Veneto. Si chiamava “Aponos” che significa “senza dolore” ed era il dio delle acque calde, venerato dagli Euganei, cioè dai primi abitanti del Veneto, stiamo parlando del X secolo a.c. ed Abano Terme prende il nome proprio da questo dio. Ci rendiamo conto che le Terme Euganee hanno delle origini storiche davvero notevoli, non sono una invenzione dell’era moderna giusto per attirare un po’ di turisti creduloni, bensì gli effetti benefici e curativi delle acque termali sono comprovati ed accertati, e furono apprezzati fin dall’epoca romana da personaggi di rilievo come Plinio, Marziale e Tito Livio seguiti poi - nell’epoca della Serenissima - dai vari nobili padovani e veneziani che si fecero costruire dimore lussuose nella zona. E’ curioso e bello da sapere che alcuni studi hanno consentito di scoprire le origini delle falde di acque termali presenti nel sottosuolo dell’intero bacino euganeo: esse provengono dalle precipitazioni piovose nei Monti Lessini, nelle Prealpi sopra Verona e giungono alla zona euganea dopo un tragitto sotterraneo di circa 100 chilometri percorsi in un periodo stimato tra i 25 e i 30 anni durante i quali le acque si arricchiscono di numerosi sali minerali ed arrivano ad una temperatura di 87 gradi prima di iniziare la risalita verso la superficie. Al contrario, quindi, delle altre località termali italiane e straniere, qui non esiste un unico centro termale ma ogni albergo di Abano Terme, Montegrotto Terme, Battaglia Terme, Galzignano Terme possiede un proprio reparto curativo al proprio interno proponendosi quindi come uno stabilimento a se stante al quale si può accedere, già in accappatoio, direttamente dalla propria stanza. Nel comprensorio delle Terme Euganee ci sono ben 124 strutture alberghiere di ottimo livello ed oltre 300 strutture ricettive complementare, tipo campeggi e villaggi turistici, alloggi in affitto, agriturismi, ostelli, case per ferie, B&B, ed altri esercizi. Ovunque vengono praticate, oltre alla fangoterapia, l’idromassaggio, la massoterapia, la chinesiterapia e la idrochinesiterapia, oltre alle tecniche inalatorie, utili per curare i diversi disturbi che interessano l’apparato respiratorio e le malattie della sfera otorinolaringoiatrica. La maggior parte delle strutture sono quindi dotate anche di moderne palestre, di wellness center e di molti servizi per il benessere, oltre che della costante presenza di personale medico e paramedico specializzato. Vi farà ora un certo effetto sapere che quando vi immergete in una vasca di acqua delle Terme Euganea vi state in realtà bagnando della pioggia avvenuta circa 30 anni fa ad oltre 100 km di distanza!

    Terme Euganee cosa vedere mentre soggiornate alle Terme Euganee!

    Abano Terme
    Montegrotto Terme
    Y40 la piscina più profonda del mondo
    Battaglia Terme
    Galzignano Terme
    Teolo
    Abbazia di Santa Maria Assunta di Praglia
    Arquà Petrarca
    Monselice
    Villa Barbarigo a Valsanzibio
    Parco Regionale dei Colli Euganei
    Este
    Montagnana

Tutti coloro che desiderano visitare i dintorni delle Terme Euganee non dovranno lasciarsi sfuggire l'occasione di visitare le numerose cittadine murate sparse nel territorio, tracce di un tempo passato ricco di storia e fascino. Un medioevo ricco di tradizioni ha lasciato le sue tracce nel territorio dei Colli Euganei sotto forma di ville, castelli e cittadine che ancor oggi conservano tutto il fascino dei tempi in cui i cavalieri duellavano nelle giostre e i concittadini si sfidavano nei pali.

Torna all'indice

16 I Centri Commerciali del Veneto

La nota scrittrice statunitense Susan Sontag ha detto: “Viaggiare è andare per negozi.” Lo shopping era a tutti gli effetti una componente accessoria del viaggio. Lo ripetiamo: era! L’attenzione che viene data oggi allo shopping tourism è sempre più alta e viene monitorata da organismi e forum. Lo shopping rappresenta ora una vera e propria tipologia turistica, come lo è il turismo esperienziale, ricreativo o quello ludico. Lo shopping tourism sta divenendo primaria motivazione di viaggio, con obiettivi precisi, scelti ancor prima di partire. Ecco dunque che viaggi, vacanze, escursioni giornaliere ma anche weekend hanno come scopo primario quello dello shopping mentre le esperienze culturali, artistiche, enogastronomiche diventano secondarie. La vita è bella perché è varia, ognuno ha i propri gusti, anche in ambito turistico. Se noi di Veneto360 abbiamo la presunzione di sostenere che nel Veneto non manca nulla, non potevamo omettere da questo caleidoscopico articolo anche questo aspetto del Veneto turistico, lo shopping appunto. Lo shopping è una attrazione turistica, c’è poco da fare. Oltre ai classici acquisti nei negozi storici delle piazze e vie principali delle grandi città o dei prodotti tipici nelle varie località, esistono dei punti di riferimenti dedicati allo shopping, dei veri tempi del piacere, specie per le donne, che sono i centri commerciali e gli outlet del Veneto. Prima dell’elenco dei maggiori centri commerciali del Veneto chiudiamo umoristicamente con una citazione dal film Sex & City: “Io voglio i miei soldi là dove li posso vedere: tutti appesi nel mio armadio” e del resto le donne venerano una sola divinità: l’armaDio!

    Outlet & Centri Commerciali nel Veneto Per gli amanti dello shopping turistico nel Veneto

    Designer Outlet - McArthurGlen - Noventa di Piave
    Le Piramidi - Torri di Quartesolo
    Nave de Vero - Marghera
    Vallecenter - Marcon
    Armani Outlet - Trissino
    T Fondaco Dei Tedeschi - Venezia
    Centro Commerciale Adigeo - Verona
    Gallerie Centro Commerciale Auchan - Mestre
    Centro Commerciale Palladio - Vicenza
    Le Corti Venete - San Martino Buon Albergo
    Centro Commerciale Adriatico2 - Portogruaro
    Centro Commerciale Le Brentelle - Sarmeola
    Il Grifone Shopping Center - Bassano del Grappa
    Centro Commerciale I Giardini del Sole - Castelfranco Veneto
    Centro Commerciale Piazzagrande - Piove di Sacco
    Centro Commerciale La Corte - Padova
    Centro Commerciale Giotto - Padova
    Grand'Affi Shopping Center - Affi
    Laguna Shopping - Jesolo
    Centro Commerciale Tiziano - San Biagio di Callalta

Torna all'indice

17 Conclusioni

Termina qui la prima parte del nostro articolo in cui abbiamo voluto mettere in evidenza l’ineguagliabile ventaglio di proposte turistiche offerte dal Veneto, un vero e proprio caleidoscopio di attrazioni. Nella seconda parte vi illustreremo ciò che il Veneto ha da offrire al turista alla ricerca di attrazioni complementari a quelle del paesaggio, cioè eventi, manifestazioni, rievocazioni storiche, feste, mercatini, sport, shopping, divertimenti, cibo, vino, tradizioni, usanze, teatri, artigianato, prodotti tipici. Sarà un lavoro lungo e difficile elencare il patrimonio Veneto sotto questo punto di vista, ma a noi piacciono le sfide impossibili! Grazie a tutti coloro che hanno letto interamente o parzialmente questo articolo, ci auguriamo di essere stati utili e di aver stimolato in voi il desiderio di visitare il Veneto. Se riscontrate qualche grave errore od omissione sui paragrafi che costituiscono questo articolo non esitate a segnalarcelo e provvederemo a rimediare.

Torna all'indice


DIFFIDA VIOLAZIONE DI COPYRIGHT

Diffidiamo chiunque dall'usare, senza la nostra autorizzazione, i contenuti di questa pagina, anche se parzialmente. Veneto360 è il titolare esclusivo di tutti i diritti di questo articolo pubblicato per la prima volta in data 22 febbraio 2019, ed esegue con frequenza dei controlli anti frode copyright avvalendosi di sofisticati strumenti anti plagio. Pertanto gli eventuali responsabili di violazioni saranno perseguiti e passibili di condanna secondo la legge sul diritto d’autore.
Protezione Copyscape
Redazione Veneto360

Se condividi ci aiuti a crescere!

Vuoi seguirci?

Newsletter per Visitatori

Gli utenti che si iscrivono a questa lista riceveranno una newsletter mensile. E' il modo perfetto per restare in contatto con noi ed essere sempre aggiornati sulle nostre iniziative e proposte turistiche relative al Veneto.


Grazie!

Newsletter per Operatori

Questa lista è riservata ai titolari di attività turistiche operanti nel Veneto. Iscrivendosi a questa lista gli operatori turistici riceveranno informazioni, news, consigli, comunicazioni utili alla promozione della loro attività.


Grazie!

Orari Apertura

Lunedì-Venerdì: 09:00-17:00
Sabato: 10:00-14:00
Domenica: Chiuso
Festivi: Chiuso
Ci aiuti a crescere?
Se hai gradito il nostro sito ti chiediamo di seguire la nostra pagina Facebook!