Turismo Venezia: l'isola che non c'é è a Mira Porte, l'ansa del Brenta - Veneto360

L'isola che non c'é è a Mira Porte, l'ansa storica del Brenta

Ok, non siamo a Parigi, ma nel comune di Mira in provincia di Venezia. Non c'é la Senna, ma il più modesto Naviglio Brenta, eppure, come la Senna biforcando le sue acque e ricongiungendole crea l'isola fluviale chiamata L’île de la Cité, un gioiello ricco di storia e di eleganza, pure il Naviglio Brenta si biforca (artificialmente) e poi si ricongiunge creando l'isola fluviale di Mira Porte, luogo altrettanto suggestivo e ricco di storia!

Mira Porte, l'isola che non c'é!

Questa piccolissima "isola artificiale" si chiama Mira Porte, ed è una delle numerose frazioni del grande Comune di Mira. Mira Porte fa parte a tutti gli effetti della Riviera del Brenta, ma ha la sfortuna di essere in qualche modo isolata essendo da una parte tagliata fuori dalla trafficatissima Strada Statale 11, dall'altra tagliata fuori anche dalla rotta percorsa dal famosissimo Burchiello che percorrendo la Riviera del Brenta da Padova a Venezia o viceversa alla soperte delle belle Ville Venete "snobba" questo suggestivo angolo del Brenta dovendo per forza di cose passare attraverso le chiuse (poste a sud di Mira Porte) per superare il dislivello dell'acqua di questa zona.

La mappa di Mira Porte
Mappa di Mira Porte - Isola Artificiale

Un'ansa dimenticata della Riviera del Brenta

Forse non è sfortuna, forse è proprio questo isolamento a rendere Mira Porte un luogo davvero particolare, suggestivo, tranquillo, che la rende una meta turistica davvero speciale, inconsueta, ed imperdibile per gli amanti delle località inconsuete, e per questo motivo noi di Veneto360 abbiamo voluto dargli la visibilità che si merita attraverso il nostro portale. Mira Porte è una magica ansa dimenticata della Riviera del Brenta, e visitarla vi procurerà una bella emozione, ne siamo certi!

Una piazzetta a misura d'uomo e scorci suggestivi

La settecentesca piazzetta di Mira Porte, restaurata nel 2009, è davvero un incanto, a misura d'uomo, animata quanto basta, ricca di eventi all'aperto sia nella stagione invernale che in quella estiva, circondata da varie trattorie, osterie, cicchetterie, e nelle vicinanze sono disponibili anche degli hotel di ottimo livello, insediati in bellissime ville, e con parchi molti belli, in particolare citiamo l'Hotel Riviera dei Dogi. Dalla piazzetta partono percorsi lungo il Brenta che portano a scoprire angoli e scorci paesaggistici davvero unici specie per gli appassionati di fotografia. Merita assistere all'apertura e chiusura del chiuse (le porte) quando passa il Burchiello o altre imbarcazioni turistiche. Nelle ore serali l'atmosfera diventa magica, grazie alle luci che si riflettono nell'acqua immobile, mentre nelle ore soleggiate le case colorate lungo i murassi risaltano e fanno ricordare Burano, il resto scopritelo con i vostri occhi!

Un po' di storia di Mira Porte

Mira Porte prende questo nome nel 1600 quando viene costruito l'impianto delle chiuse, prima il luogo era detto Roncoduro, dal terreno coperto di boschi dal legname duro, asciutto e difficile da dissodare, per cui serviva la ronca. Fino alla prima metà del 900, prima che l'impianto delle chiuse venisse spostato e ricostruito verso sud, scavando un nuovo tratto di canale, la località prendeva il nome di Mira Porte per il ponte levatoio che serviva al passaggio di pedoni e carri. Il passaggio delle barche in chiusa a Mira porte avviene fino al 1934, nel 1935 la chiusa antica venne definitivamente chiusa e il traffico fluviale fu deviato. Dal tempo dei tempi si è sempre respirato un'aria speciale nella piazzetta, essa vive ancora oggi in una atmosfera sospesa. Il passato sembra essere penetrato nelle pietre tanto da percepire un clima di pace e tranquillità.

Artisti, scrittori e pittori raccontano Mira Porte nelle loro opere

Con i loro scritti, D'Annunzio, Goethe, Goldoni, Valeri, raccontano questo luogo, mentre artisti del tempo immortalano le immagini di vita di Mira porte. Gianfranco Costa con le sue incisioni sulle ville della riviera, lascia quadri stupendi che disegnano con chiari e scuri un ambiente movimentato ed operoso, ugualmente la tratteggia Coronelli. Cimaroli invece con pennellate coloratissime realizza una istantanea di Mira Porte riconoscibile pure oggi.

Quadro di Mira Porte
Mira Porte in un quadro antico

Dopo la guerra si assiste ad una rinascita economica e al recupero artistico del luogo grazie al pittore Tiozzo. Mira Porte è l'immagine di un pezzo di Venezia che si ripropone sulla riviera, con i suoi palazzetti e le sue calli. Ai confini dell'acqua della Brenta, contenuta dai murassi bianchi in pietra d'Istria, trasportata fin qua dalla terra dove esercitava il suo dominio Venezia, sorgono case colorate a più piani che evocano la città sull'acqua.

Cenare a Mira Porte

Alla fine della nostra visita di Mira Porte e del territorio circostante, per rifocillarci abbiamo scelto un caratteristico locale storico di Mira Porte, appena ristrutturato, ricco di storia, dove abbiamo cenato con un buon piatto di spaghetti alle vongole ed un tris di baccalà. Il locale, una cicchetteria gestita da Paolo, si chiama "Cicchettin - L'Anima di Bacaro" e l'esperienza eno-gastronomica è stata positiva. Conviene prenotare però. Come abbiamo detto, la piazzetta offre comunque un'ampia scelta di locali per potersi ristorare, tutti molto invitanti.

Galleria fotografica di Mira Porte

Concludiamo con una breve panoramica fotografica di Mira Porte ma le migliori foto saranno le vostre, quelle che scatterete il giorno che visiterete in prima persona questo angolo della Riviera del Brenta troppo spesso snobbato o dimenticato!

Passerella in legno a Mira Porte
Mira Porte - Passerella in legno

Mira Porte notturna
Mira Porte - Scorcio notturno

Burchiello tra le chiuse di Mira Porte
Mira Porte - Le chiuse e il Burchiello

Uno scorcio della riviera a Mira Porte
Scorcio della riviera a Mira Porte

Battelli ormeggiati a Mira Porte
Battelli ormeggiati a Mira Porte

Una nota per i responsabili "politici" del turismo a Mira

Questa particolare frazione, Mira Porte, ha delle caratteristiche e potenzialità turistiche da non sottovalutare. La sua storia, la sua conformazione, la sua forma, la sua posizione, l'amore e la passione degli operatori turistici che la popolano, la rendono una meta preziosa ed unica. Merita tutto l'appoggio possibile per valorizzarla e farla conoscere. E' solo il nostro consiglio, ma siamo certi che allo stesso modo la pensano in molti. Grazie per l'attenzione.

[Questo articolo è dedicato a mio papà, che a Mira Porte è nato nel 1927 e che ora riposa in pace]

 

Tags: Venezia, Visitare, Mangiare, Turismo Naturalistico

Restiamo in contatto?

Restare in contatto con noi è il miglior modo per essere sempre informati dei nostri nuovi articoli e delle novità che il sito offre. Iscrivendoti alla nostra newsletter riceverai direttamente nella tua posta elettronica informazioni in anteprima. E' gratis, è semplice, e utile, e per noi è una grande soddisfazione!

Registrati gratis!

Vuoi seguirci?

Orari Apertura

Lunedì-Venerdì: 09:00-17:00
Sabato: 10:00-14:00
Domenica: Chiuso
Festivi: Chiuso
Ci aiuti a crescere?
Se hai gradito il nostro sito ti chiediamo di seguire la nostra pagina Facebook!