fbpx
Lago delle Tose Lagole Calalzo

Calalzo di Cadore - l'area termale Lagole e il Lago delle Tose

Un luogo sospeso tra leggenda e storia, ideale per una passeggiata e per trascorrere momenti in completo relax; parliamo di Lagole un'area dal punto naturalistico molto bella e suggestiva ma soprattutto un'area dove l'acqua è elemento predominante, qui scorre un'acqua speciale che scende dal Monte Antelao e dopo aver percorso parecchia strada sotto terra riaffiora da una sorgente ad un temperatura di 10 gradi e con fluidità tra ruscelli e piccole cascate si tuffa in uno specchio d'acqua dal nome "Lago delle Tose"

Il Lago delle Tose tra fiaba e leggenda 

Era da un pò che ne sentivo parlare, infatti per la sua bellezza il luogo è stato set cinematografico per le riprese di alcune scene della fiction di RAI1 "Ad un passo del cielo 6" e ammetto ero molto curiosa di visitare il luogo e fu così che in un afoso sabato di giugno ci siamo messi in viaggio per raggiungere il Lago delle Tose a Calalzo di Cadore

L'ambiente per la sua bellezza richiama storie di fate e di un bosco antico dove un tempo, racconta una leggenda, le giovani donne si immergevano per conservare l'eterna giovinezza (e da qui il nome il Lago delle Tose) ma come sempre, un giorno arriva il male nella veste delle perfide Anguane, divinità acquatiche, che invidiose colpiscono a morte le fanciulle che stavano facendo il bagno, compresa Bianca, la giovane figlia del capo villaggio.  Il loro atto non restò impunito e il dio del lago decise di vendicarsi uccidendo le Anguane avvelenando l'acqua.

Se la leggenda racconta di giovani fanciulle e creature acquatiche la storia lascia testimonianze certe sui poteri benefici di queste acqua; antichi documenti storici e i resti emersi durante gli scavi archeologici effettuati tra il 1949 e il 1960 testimoniano l'utilizzo dei queste acque ricche di sostanze solforose da parte dei veneti antichi e dei romani per scopi curativi.

Il bosco di Lagolo
Il bosco di Lagole tra natura e ruscelli, cascate e piccoli laghi

Cosa fare al Lago delle Tose

L'area naturalistica e archeologica le Lagole è molto bella: il grande Lago di Centro Cadore, che occupa una parte di 6 comuni: Pieve, Calalzo, Domegge, Lozzo, Vigo e Lorenzago, incastonato tra i monti offre un paesaggio da cartolina, una meta ideale per passare una giornata piacevole e rilassante, il lago è frequentato anche da chi pratica pesca sportiva.  Se invece hai la passione per le passeggiate in natura a Lagole potrai seguire i percorsi suggeriti che ti porteranno a conoscere la storia e le leggende del luogo. Se ti piace mettere i piedi in acqua o addirittura fare il bagno il Lago delle Tose, tra ruscelli e cascate saprà accoglierti con le sue acque limpide. 

Lago di Centro Cadore
Lago di Centro Cadore
Le passeggiate nel bosco di Lagole
Indicazione delle passeggiate nel bosco di Lagole

Non mancano aree per una merenda o un picnic, come uno chalet per gustare qualche gustoso piatto.

Come raggiungere il Lago delle Tose

Come ti ho anticipato all'inizio il Lago delle Tose si trova a Calanzo di Cadore per raggiungerlo si seguono le indicazione per Lago Centro Cadore, raggiunto il parcheggio si lascia l'auto e lungo il sentiero che porta nel bosco si arriva al Lago delle Tose (circa 10 minuti a piedi), ti consiglio poi di proseguire fino alle sorgenti, una bella passeggiata tra piccoli ruscelli d'acqua e la magia di un bosco ricco di leggenda.

Ma le sorprese non finiscono qui! Il ponte tibetano di Igne

Sulla strada del rientro all'altezza di Longarone abbiamo deviato verso Igne, dove ci attendeva l'attraversata del Ponte Tibetano, un brivido prima del rientro a casa!

La passarella in legno su funi d'acciaio e di colore rosso è lunga 122 metri ed è sospesa a un'altezza di 125 metri sul torrente Maè, fu costruita nel 1973 a ricordo dei teleferisti locali conosciuti in tutto il mondo per l'ingegno e l'abilità nel trasportare a valle il legno dai luoghi più impervi della montagna.

Attraversato il ponte potrai proseguire per una passeggiata nel bosco e raggiungere la vicina frazione di Soffranco.

Come arrivare

Il Ponte Tibetano di Igne si raggiunge lungo la Strada provinciale 251 che collega Longarone alla Val di Zoldo, perciò seguirai per Zoldo e dopo l'uscita della galleria circa 1 km nella seconda piazzola sulla sinistra potrai parcheggiare la macchina e da lì raggiungere a piedi la passarella in legno.

Il Ponte tibetano di Igne
Il Ponte tibetano di Igne
Accesso al Ponte Tibetano versante bosco
Accesso al Ponte Tibetano dal bosco

Il racconto audio

Questo racconto audio di Cristina Favretto è andato in onda su Veneto Radio

Logo Veneto360
Veneto360
© All rights reserved
Realizzato da CrescereOnline

Orari Apertura

  • Lunedì-Venerdì: 09:00-17:00
  • Sabato: 10:00-14:00
  • Domenica: Chiuso
  • Festivi: Chiuso
  • Emergenze: H/24

Informazioni Utili

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Marchio Turismo Veneto Ufficiale

Veneto360 - Portale Turistico dedicato al Veneto - P.IVA 04518260270 - Privacy Policy GDPR - Info +39 345 0990566 - Venezia Italy - Contatti