El Mazariol: personaggio del folclore veneto - Veneto360

Il nostro Blog

Notizie e comunicazioni sul Turismo

El Mazariol

El Mazariol: personaggio del folclore veneto

Se condividi ci aiuti a crescere!

Fiabe, leggende, racconti popolari magici di orchi e fate anche di questo è fatto un territorio. Ascoltare un racconto è un momento affascinante che rapisce grandi e piccini, sa di antico, di tradizione popolare che è bello ricordare e far vivere nel nostro immaginario, fa parte delle nostre radici e della nostra identità.

Oggi vi voglio raccontare la leggenda del Mazariol, tipico personaggio del folclore veneto, ne avete mai sentito parlare?

Forse i vostri nonni vi hanno raccontato questa leggenda molto antica che si tramanda di generazione in generazione, un personaggio che incute anche un po' di paura, tanto che da piccoli dopo averla ascoltata si era anche un po' intimoriti ad uscire con il buio per paura di trovarselo davanti....  Se invece non ne avete mai sentito parlare ve la racconterò e come in tutte le storie che si rispettino inizio con "C'era una volta un omino talmente piccino da sembrare un folletto, vestito di rosso indossava un cappello e delle scarpe a punta, diciamo pure che a vederlo non era affatto grazioso, con barba e capelli lunghi aggrovigliati aveva il viso rugoso e un'espressione alquanto dispettosa. El Mazariol si aggirava tra i fitti boschi della Sinistra Piave e delle vallate più impervie delle bellunese, schivo e solitario si teneva ben a distanza dalle persone dei villaggi ma era molto bravo a governare il gregge e il bestiame che curava e portava a pascolare con molta cura. 

Ma guai ad Essere umano a calpestarne le orme lasciate nel bosco!! Se un malcapitato inavvertitamente posava il piede dove era passato el Mazariol , una magia gli faceva perdere la memoria e la strada di casa costringendolo a vagare per giorni nel bosco.

Famose sono le imprese di questo omino che riuscì a salvare la città di Opitergium (l'attuale Oderzo) dall'invasione degli Unni guidati dal condottiero barbaro Attila. La tradizione popolare ancora oggi racconta che nelle notti di luna piena si vede el Mazariol a bordo di una zattera lungo il fiume che ripete "Io sono il Mazariol che sconfisse Attila, il flagello di Dio"

Mi raccomando però! Se passeggiate nei boschi del trevigiano e del bellunese fate attenzione de "No cascar entro te le peche del Mazariol" potreste dimenticarvi la strada di rientro a casa! wink 

Se condividi ci aiuti a crescere!

Vuoi seguirci?

Newsletter per Visitatori

Gli utenti che si iscrivono a questa lista riceveranno una newsletter mensile. E' il modo perfetto per restare in contatto con noi ed essere sempre aggiornati sulle nostre iniziative e proposte turistiche relative al Veneto.


Grazie!

Newsletter per Operatori

Questa lista è riservata ai titolari di attività turistiche operanti nel Veneto. Iscrivendosi a questa lista gli operatori turistici riceveranno informazioni, news, consigli, comunicazioni utili alla promozione della loro attività.


Grazie!

Orari Apertura

Lunedì-Venerdì: 09:00-17:00
Sabato: 10:00-14:00
Domenica: Chiuso
Festivi: Chiuso
Ci aiuti a crescere?
Se hai gradito il nostro sito ti chiediamo di seguire la nostra pagina Facebook!