Enoturismo: sempre più in aumento le visite in cantina - Veneto360

Il nostro Blog

Notizie e comunicazioni sul Turismo

Enoturismo vigneti

Enoturismo: sempre più in aumento le visite in cantina

Se condividi ci aiuti a crescere!

Enoturismo o turismo del vino, un nuovo modo di fare vacanza e un fenomeno turistico in continua crescita. Un settore che conta più di 3 milioni di turisti l'anno e che vale circa 4,5 milioni di euro, ma che è ancora poco rispetto alle sue potenzialità.

A parlare di enoturismo in Italia si è iniziato nel 1993 con la fondazione del Movimento del Turismo del Vino nato per promuovere la cultura del vino attraverso le visite nei luoghi di produzione, sostenendo l'incremento del flusso turistico in tutte le aree d'Italia a forte vocazione vitivinicola e supportando le Cantine nell'attività di accoglienza dei turisti e nella promozione della loro immagine, favorendo l'occupazione nei territori interessati e il loro benessere economico. Negli anni a seguire sono nate quelle che oggi sono reputate le maggiori manifestazioni del settore quali Cantine Aperte, Calici sotto le stelle  e Benvenuta Vendemmia persuadendo sempre più le cantine ad aprire le porte accogliendo il turista con calore, trasmettendo chiaramente l'identità e la filosofia dell'azienda, l'amore per il proprio territorio e per i suoi frutti.

"Il vino eleva l'anima e i pensieri, e le inquietudini si allontanano dal cuore dell'uomo" diceva Pindaro, poeta greco antico.

Ma le sensazioni e le emozioni di una vacanza enoturistica vanno molto al di là!

Se andiamo a vedere la definizione di Enoturismo troveremo: "Settore del turismo che unisce la scoperta del territorio alla visita di cantine e aziende vinicole per degustare e comprare i vini locali"

Ma scegliere di fare turismo del vino significa anche la riscoperta dei valori di serenità e genuinità del mondo rurale, la condivisione della cultura di altri luoghi, il desiderio di avvicinarsi alla tradizione enogastronomica del posto entrandone in simbiosi, cogliendone gli aspetti socio ambientali e culturali. Ed inoltre diventa ricerca di prodotti di qualità sani per l'uomo e rispettosi per l'ecosistema.

Ma come viene regolamentato il turismo del vino in Italia?

La legge nazionale n.268 del 1997 ha istituito e regolato le Strade del vino nate poi nel 1999 e che le definisce "percorsi segnalati e pubblicizzati con appositi cartelli lungo i quali insistono valori naturali, culturali e ambientali, vigneti e cantine di aziende agricole o associate aperte al pubblico". Attualmente sono 150 le Strade del vino che interessano 1450 comuni, oltre 400 denominazioni di vino e 3300 aziende agricole, tutte soggette ad ordinamenti europei tramite la Carta Europea dell'Enoturismo che fà del territorio, del patrimonio vitivinicolo e della cultura del vino elementi preponderanti. Il flusso turistico del vino proveniente dall'estero interessa maggiormente la Germania, gli Stati Uniti, il Brasile ma anche l'Australia e la Cina.

L'Associazione Movimento del Turismo del Vino è presente anche nel Veneto, come in ogni altra regione d'Italia, comprende oltre 100 aziende distribuite tra le provincie di Vicenza, Verona, Padova, Treviso e Venezia con prodotti d'eccellenza quali il Bardolino, il Valpolicella, il Soave, il Prosecco e tanto altro. A livello locale opera attraverso organizzazioni autonome che fanno riferimento al Movimento Nazionale per progetti comuni predisponendo programmi "su misura" per ogni realtà. A livello nazionale vengono poi promossi alcuni eventi ed iniziative comuni quali: Cantine Aperte, Calici di Stelle, Cantine Aperte in Vendemmia, Cantine Aperte a San Martino, Natale in Cantina e molto altro.

Il Veneto è una delle principali regioni italiane produttrici di vino, bere un "bon goto de vin" degustando piatti tipici è molto in uso e radicato. La varietà e la qualità dei vini veneti è molteplice, vini bianche e vini rossi coltivati su aree pianeggianti sia su fasce collinari passando poi a vini provenienti da terreni vulcanici quali Soave, Gambellara e la Lessini Durello. Sono 16 le Strada del Vino, percorrendole è un vero piacere per lo spirito e la gola assaporando vino e cibo tipici e genuini, potrete poi decidere di prolungare la vostra visita soggiornando in una delle Cantine Aperte che offrono anche l'ospitalità, risvegliandovi al mattino in un'oasi di pace e circondati da vigneti e da una natura intatta.

L'avvento del digitale ha permesso di stimolare la curiosità e l'interesse verso questo settore del Turismo ma fondamentale è anche l'operato degli Enti locali, dei Consorzi e delle Associazioni nel supportare le aziende del settore nelle attività di pianificazione, di promozione dell'immagine e di formazione di tecnici in grado di fornire un servizio di qualità rendendo l'enoturismo un punto di forza della nostra economia.

Per conoscere i Soci e gli eventi del Movimento del Turismo del Vino Veneto consultate Movimento Turismo del Vino Veneto

Per conoscere le 16 Strade del Vino Veneto con i loro prodotti tipici consultate Le strade del vino e dei sapori in Veneto  

E adesso cin cin con un bon goto de vin!!

Tags: Veneto, Turismo Enogastronomico

Se condividi ci aiuti a crescere!

Vuoi seguirci?

Newsletter per Visitatori

Gli utenti che si iscrivono a questa lista riceveranno una newsletter mensile. E' il modo perfetto per restare in contatto con noi ed essere sempre aggiornati sulle nostre iniziative e proposte turistiche relative al Veneto.


Grazie!

Newsletter per Operatori

Questa lista è riservata ai titolari di attività turistiche operanti nel Veneto. Iscrivendosi a questa lista gli operatori turistici riceveranno informazioni, news, consigli, comunicazioni utili alla promozione della loro attività.


Grazie!

Orari Apertura

Lunedì-Venerdì: 09:00-17:00
Sabato: 10:00-14:00
Domenica: Chiuso
Festivi: Chiuso