Pellestrina Murazzi

Dal Lido di Venezia a Pellestrina passeggiando in bicicletta

Scrivi un commento

Passeggiando in bicicletta... Pedalare senza fretta... Canta Riccardo Cocciante.

Ed io pedalando senza fretta vi porterò dal Lido di Venezia fino a Pellestrina. La nostra gita inizierà da Venezia dove all'Isola del Tronchetto, con bici a seguito, saliremo sul Ferry Boat per sbarcare alla fermata di San Nicolò al Lido.

E' bene sapere che c'è possibilità di noleggiare le biciclette al Lido, giusto all'inizio del Gran Viale di Santa Maria Elisabetta da Lido On Bike. Così facendo potrete raggiungere il Lido anche con il traghetto linea 5.1 da Piazzale Roma, Stazione Santa Lucia o Piazza San Marco.

E ora tutti in sella che si parte! Il percorso è molto semplice e bello, lungo viali alberati con vista su splendidi edifici in Stile Liberty, testimonial dei grandi fasti del periodo della Bella Époque, oltrepassando il Casinò e il famoso Palazzo del Cinema avrà inizio il nostro tour in bicicletta. Vi consiglio di fermarvi ad ammirare il lussuoso ed elegante l'Hotel Excelsior ***** stelle, costruito nel 1908, fù da sempre destinazione più amata da celebrità e personaggi famosi, l'Hotel fù voluto dall'imprenditore Nicolò Spada e l'architetto di fama mondiale Giovanni Sardi, il loro progetto era quello di creare un luogo dal gusto esclusivamente veneziano ma con un tocco cosmopolita da attirare il Jet Set Internazionale. I lavori di costruzione durarono 18 mesi e il risultato finale fù un Hotel fiabesco con ampie cupole e lucernai che richiama lo stile moresco, un mix di straordinaria bellezza che vi farà sognare ad occhi aperti!

Ma torniamo con i piedi a terra e riprendiamo la nostra pedalata, lasciata la strada principale ci dirigeremo verso i Murazzi, pista ciclopedonabile, percorrendo questa antica fortificazione in pietra d'istria del 1751, tempi della Serenissima, con il vento tra i capelli e abbracciati da un lato da una natura selvaggia e dall'altra dal mare si giungerà a Malamocco, uno dei più antichi insediamenti lagunari. Ma la nostra prossima meta è l'Isola degli Alberoni, la punta estrema dell'isola, dove il ferry boat ci porterà a Santa Maria del Mare nella sottile lingua di terra sospesa fra Mare Adriatico e Laguna, oltrepassati San Pietro in Volta e Portosecco saremo arrivati a Pellestrina. Qui le case si affacciano tutte in fila sulla Laguna, l'isola è suddivisa in 4 sestieri (Vianello, Busetto, Zennaro e Scarpa) i nomi delle 4 famiglie che nel XIV secolo, dopo la guerra di Chioggia si occuparono delle sua ricostruzione. Unico e tipico è il paesaggio: casette colorate, antiche chiese, orti e basse vigne, vecchie osterie dove degustare del buon pesce e locali tipici dove mangiare a PellestrinaDal punto di vista naturalistico invece: 40 ettari di riserva naturale dal nome di Cà Roman , un tranquillo lungomare e spiagge frequentate solo dagli isolani tutto questo è Pellestrina. Qui la vita scorre tranquilla e il tempo è scandito dalle attività legate alla pesca, dalle ciocole nelle vie e dal lavoro delle merlettaie che portano avanti l'artica arte della lavorazione del merletto. Dalla punta estrema si scorge Chioggia raggiungibile con il ferry boat. Ma io direi di fermarci qui, l'escursione in fatto di km non è poca cosa considerando che poi c'è da ripercorrere la stessa strada per tornare indietro. Sarà oramai sera quando rientrerete a Venezia e la stanchezza si farà sentire, ma vi accompagnerà il ricordo e l'emozione di una giornata vissuta alla scoperta di una Venezia Slow.

Il vostro rientro potrebbe pure essere accompagnato da uno splendido tramonto sulla città.

Per altre proposte sul Lido di Venezia:

Lido di Venezia e le sue meraviglie in stile Liberty

Tags: Venezia, Visitare, Sport, Turismo Attivo

Fai login per scrivere!
caratteri disponibili.
Caricando commento... The comment will be refreshed after 00:00.

Scrivi tu il primo commento?

Forse ti può interessare anche uno di questi articoli!

Andar per Bacàri a Venezia, la nostra passione

Forte Marghera da Fortezza ottocentesca a bene per la collettività

Lido di Venezia e le sue meraviglie in stile Liberty

Alle Terme di Salzano i benefici curativi dell'acqua termale

La storia del baccalà che dalla Norvegia arriva a Venezia

Burano! L'Isola dalle case colorate.

Restiamo in contatto?

Restare in contatto con noi è il miglior modo per essere sempre informati dei nostri nuovi articoli e delle novità che il sito offre. Iscrivendoti alla nostra newsletter riceverai direttamente nella tua posta elettronica informazioni in anteprima. E' gratis, è semplice, e utile, e per noi è una grande soddisfazione!

Registrati gratis!

Vuoi seguirci?

Orari Apertura

Lunedì-Venerdì: 09:00-17:00
Sabato: 10:00-14:00
Domenica: Chiuso
Festivi: Chiuso