Museo Diocesano Treviso

A Treviso, i mille anni di storia del Museo Diocesano

C’è un angolo di Treviso, centralissimo eppure silenzioso e poco frequentato, quasi nascosto come un tesoro raro, da conservare e preservare con riguardo ed attenzione. Vi si accede da due vie: una è un piccolissimo passaggio (ricorda alcune strette calli di Venezia) che si imbocca nella piazzetta sotto il campanile del Duomo, che non è semplicemente un campanile, ma un’antica torre riutilizzata: Treviso è anche questo, continue scoperte!

A Treviso, in via Canoniche l'atmosfera dei borghi medievali

L’altro accesso costeggia un’altra preziosità, il mosaico romano di via Canoniche. E proprio via Canoniche è un luogo incantevole da visitare e rivedere, un salto nel tempo e nello spazio che fa rivivere le atmosfere dei borghi medievali toscani ed umbri. Il silenzio, il colore dei mattoni, le forme armoniche e tondeggianti fanno rifiorire immagini del passato che non sono solo un piacere per gli occhi ma anche un balsamo per l’anima; poche decine di metri che non vorresti mai lasciare, affascinato dall’atmosfera quasi mistica che vi si respira. E non a caso è un’atmosfera di calma e riflessione: ci troviamo dietro alla Cattedrale di Treviso e quelle che ci parlano di secoli di storia sono le sue absidi, e ci sovrastano le sue cupole. Non passano molte persone: qualche trevigiano che prende una scorciatoia per Piazza Pola, o qualche turista curioso, alla ricerca degli angoli più suggestivi della nostra bella città.

Il Museo Diocesano, mille anni di storia si raccontano

Le finestrelle degli edifici ci guardano come occhi benevoli e ci invitano a sollevare lo sguardo per ammirare tutta la ricchezza storica ed artistica di questo luogo. Qui si trova anche un museo, tanto interessante quanto nascosto, il Museo Diocesano. Un portoncino ne annuncia la presenza discreta, quasi timida; questo portoncino indica la linea di confine tra presente e passato, una specie di portale fantascientifico che immette in un mondo fatto di vestigia storiche e rarità artistiche. Ciò che più colpisce chi lo visita è, oltre alla preziosità di ciò che vi è esposto, il fascino del luogo che lo ospita. Più di mille anni di storia sono racchiusi tra pavimenti in cotto, originali ed ancora intatti, ed affreschi del 1200; infatti il Museo Diocesano è ospitato nel complesso delle Canoniche Vecchie, sede del Capitolo, risalente al IX secolo. Nel corso dei secoli questo edificio fu modificato ed ampliato, ed il suo fascino sta proprio in quest’accavallarsi di storia ed architettura che si percepisce nei passaggi, nelle scalette, nelle pareti arricchite da antichi affreschi medievali. I restauri hanno restituito l’originale aspetto romanico, riaprendo monofore e polifore, ma permane la stratificazione di più di mille anni di storia, che rende questi edifici una rarità da valorizzare.

Appena entrati si possono ammirare dei preziosi sarcofagi trecenteschi e l’antichissimo pavimento in cotto a spina di pesce; poi il sacello di San Prosdocimo, il luogo dove si riunivano per pregare i primi cristiani di Treviso, con resti di muri dell’epoca romana e la volta a botte del IV secolo d. C.

Reperti archeologici del Museo
Reperti archeologici del Museo

Si prosegue il percorso tra reperti archeologici di epoca romana e longobarda; al primo piano, oltre ad altre opere d’arte, si possono ammirare il loggiato romanico e preziosi affreschi che simulano variopinte tappezzerie, oltre ad affreschi della seconda metà del 1200. La pinacoteca ospita molte opere interessanti, non solo di arte sacra; nel Tesoro un preziosissimo Paliotto in legno dorato del XIV secolo, un particolare Acquamanile (usato dai sacerdoti per lavarsi le mani prima della santa messa) del 1200, un ostensorio in legno dorato del 1300, rappresentato tra i doni dei Magi nell’affresco del Pordenone nella Cappella Malchiostro della Cattedrale. Molto interessante anche la raccolta di paramenti ed arredi sacri, con tessuti quattrocenteschi, uno Sciamito di seta del 1300, che ricopriva la cassa con il corpo di San Parisio, e la Pianeta di San Pio X, papa nato in provincia di Treviso, a Riese Pio X.

Sciamito di seta del 1300 conservato al Museo
Sciamito di seta del 1300

Si potrebbe continuare a lungo ad elencare altri tesori, ma preferiamo invitare i lettori a vederli di persona, visitando il Museo Diocesano di Treviso!

Se si ama la storia il Museo Diocesano è un luogo di Treviso da non perdere, per informazioni e la visita consultate il sito ufficiale

Dettaglio di paliotto conservato al Museo
Dettaglio di paliotto conservato al Museo
Logo Veneto360
Veneto360
© All rights reserved
Realizzato da CrescereOnline

Orari Apertura

  • Lunedì-Venerdì: 09:00-17:00
  • Sabato: 10:00-14:00
  • Domenica: Chiuso
  • Festivi: Chiuso
  • Emergenze: H/24

Informazioni Utili

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Veneto360 - Portale Turistico dedicato al Veneto

P.IVA 04518260270 - Privacy Policy GDPR - Info +39 345 0990566 - Venezia Italy - Contatti
Marchio Turismo Veneto Ufficiale