A Bergantino, il Museo storico della giostra e dello spettacolo popolare - Veneto360
Museo della giostra Bergantino - sala

A Bergantino, il Museo storico della giostra e dello spettacolo popolare

Se condividi ci aiuti a crescere!

E ora vi chiederete cosa ci fa il Museo della Giostra a Bergantino in provincia di Rovigo. E' una lunga storia, fatta di uomini e donne, di sogni e di grandi aspirazioni che ebbe inizio il 24 aprile del 1929 alla fiera di San Giorgio, il santo patrono di Bergantino, un piccolo paesino del Polesine quando a 2 uomini venne in mente di allestire la prima autopista. 

La storia di Bergantino, il paese dei fabbricanti di giostre

Erano tempi duri, la guerra e la fame gravavano sulle famiglie e ci si doveva prodigare per portare a casa qualche soldo. E fu così che Umberto Bacchiega e Umberto Favelli, di professione meccanici di biciclette, un giorno ebbero una folgorazione dopo aver visto a Poggio Rusco, nel Mantovano, una fila di uomini pagare con soldi alla mano il giro in autopista. Incassare subito i soldi era la chiave di volta che li portò a mettersi duramente al lavoro progettando e costruendo un autoscontro che poi avrebbero portato di paese in paese per tutta la bella stagione.  E fu così che nacquero gli artigiani delle giostre di Bergantino.

Il successo fu tale che in pochi decenni erano più di un centinaio le famiglie che si dedicarono alla costruzione di giostre e a gestirne il funzionamento nei luna park dell'Alta Italia, poi d'Europa e del mondo intero e da allora di strada ne fecero molta tanto che Bergantino è diventato un'importante centro internazionale di produzione di giostre. Oggi sono circa una settantina le aziende produttrici di giostre, le tecnologie avanzate fanno di Bergantino il fiore all'occhiello italiano in questo settore. Si esporta in tutto il mondo Europa, Asia, America del Nord e del Sud e Paesi Arabi.

Un pò di Bergantino è anche a Mirabilandia, a Legoland e pensate un po' anche al Luna Park di Coney Island a Brooklyn.

Incredibile vero! Quando mi sono documentata su questo museo e ne ho letto la storia sono rimasta sorpresa pensando a questo piccolo centro urbano collocato sulla riva sinistra del Po tra golene e campagna, unico nel suo genere! 

Ah mi raccomando, la prossima volta che salirete su una giostra ricordatevi che potrebbe essere costruita dagli artigiani delle giostre di Bergantino 

Il Museo storico della Giostra e dello spettacolo popolare, chicca veneta da non perdere!

Il luna park è una sorta di paese delle meraviglie, una palla di vetro intoccabile, rispetto a cui la realtà gira al largo senza mai sfiorarla (Amanda Rossi)

giostra cavalli

E a Bergantino il luogo ideale per tuffarsi nella meravigliosa atmosfera delle giostre e del luna park è sicuramente il Museo storico della giostra e dello spettacolo popolare ed io ho deciso di farmi accompagnare in questo viaggio da Irene Galifi, autrice della "Guida dei musei da riscoprire nel Triveneto"

Tenetevi pronti che si parte…..

Il museo nasce per realizzare un centro di ricerca e documentazione storica a Bergantino, luogo all'avanguardia per la progettazione e realizzazione di giostre tecnologicamente avanzate e importante centro dello spettacolo viaggiante. Il museo, che affonda le proprie radici nel territorio polesano-veneto, inserendosi però nel quadro storico nazionale e internazionale, propone ai viaggiatori un percorso storico-antropologico, attraverso i secoli nel mondo dello spettacolo di piazza, tipica manifestazione della cultura popolare.

Aperto nel 1999 per volontà del Comune di Bergantino e della Provincia di Rovigo, che ha messo a disposizione parte dell'antico Palazzo Strozzi, il museo è stato completamente rinnovato nel 2011: gli spazi espositivi sono stati ingranditi, le sale arricchite di nuovi contenuti ed è stato realizzato un nuovo percorso con supporti multimediali e coinvolgenti scenografie.

Centro di ricerca unico nel suo genere in Italia, illustra il mondo culturale dello spettacolo popolare di piazza: dai primi giochi rituali delle civiltà più antiche ai grandiosi spettacoli della Roma imperiale, dagli svaghi delle corti medievali alle fiere mercantili, dalle prime forme artistiche popolari di piazza alle fiere medievali ai parchi divertimento e ai tradizionali spettacoli itineranti dell'Ottocento fino all'odierno Luna Park ipertecnologico.

La sua caratteristica principale è quella di essere un museo storico antropologico: non si tratta di una semplice esposizione di giostre d'epoca o della ricostruzione di un antico Luna Park. Vuole invece essere il racconto della storia della creatività dell'uomo e del suo desiderio di felicità. Un viaggio fantastico nel gioco e nell'immaginazione, attraverso tutte le forme di spettacolo popolare, espressioni di una cultura ritenuta spesso minore, come il Teatro delle Maschere, la Commedia dell'Arte, il Teatro dei Burattini e delle Marionette e il Circo.

E' un  museo primariamente documentario con modellini di giostre antiche e moderne perfettamente funzionanti curiosi e originali oggetti d'epoca, preziosi e rari strumenti musicali da fiera del XIX secolo, manufatti artistici, dipinti e stampe, immagini e filmati che raccontano le affascinanti vite degli itineranti.

Una sezione è dedicata alla "Gente del Viaggio" , dove l'attenzione si concentra sull'elemento umano del fenomeno Luna Park, raccontando l'origine dello spettacolo viaggiante di Bergantino negli anni '20-'30 del secolo scorso insieme alle storie delle famiglie celate dietro ad ogni giostra.

Ricca di opere uniche e originali, la biblioteca del museo è a disposizione per la consultazione di ricercatori e studiosi.

I laboratori didattici per le scuole affrontano i seguenti temi: l'Antropologia della Fiera preindustriale: dal Medioevo al primo Novecento; Dalle Maschere della Commedia dell'Arte (1500) al Teatro dei Burattini e delle Marionette (dal 1600 agli inizi del '900); Il Circo Moderno; Il Gioco della Giostra; Il Parco dei divertimenti e il Luna Park; La Giostra nell'Alto Polesine.

Fonte: Guida ai Musei da riscoprire del Triveneto

Autore: Irene Galifi

Per informazioni utili alla visita consultate il sito ufficiale del Museo

E non è finita qui, eccovi un videoclip sul questo luogo che conserva ricordi e sogni di intere generazioni.

Tags: Rovigo, Visitare, Adatto a Bambini, Turismo Culturale, Turismo Studentesco

Se condividi ci aiuti a crescere!

Vuoi seguirci?

Partner
PER I TUOI SPOSTAMENTI SCEGLI
Logo GoOpti
Veneto360 suggerisce il servizio navetta economico GoOpti

Newsletter per Visitatori

Gli utenti che si iscrivono a questa lista riceveranno una newsletter mensile. E' il modo perfetto per restare in contatto con noi ed essere sempre aggiornati sulle nostre iniziative e proposte turistiche relative al Veneto.


Grazie!

Newsletter per Operatori

Questa lista è riservata ai titolari di attività turistiche operanti nel Veneto. Iscrivendosi a questa lista gli operatori turistici riceveranno informazioni, news, consigli, comunicazioni utili alla promozione della loro attività.


Grazie!

Orari Apertura

Lunedì-Venerdì: 09:00-17:00
Sabato: 10:00-14:00
Domenica: Chiuso
Festivi: Chiuso